sabato 4 aprile 2015

Curare i dolori articolari con i rimedi naturali

Dolori articolari: rimedi naturali e consigli utili

I dolori articolari sono un disturbo non legato a una particolare stagione dell’anno. In grado di colpire indistintamente sia uomini che donne, questo fastidio comporta una generale riduzione della capacità motoria e una evidente sintomatologia dolorosa localizzata presso l’articolazione colpita.
Vittima dei dolori articolari possono essere tutte quelle parti come ginocchia, gomiti, spalle, come anche articolazioni quali le dita. Pur non avendo una stagionalità precisa, alcune delle possibili cause di questa patologia fanno riferimento al periodo invernale: tra queste l’influenza, il freddo e l’umidità.
A originare questo tipo di dolori anche altre patologie o disturbi come artrite, artrosi, borsiti, traumi alle articolazioni o tendiniti. La strategia migliore come al solito è individuare con esattezza l’origine del problema, come la comprensione del fatto che il dolore sia o meno causato da un’infiammazione ai tessuti molli, così da poter scegliere la soluzione più efficace. Si consiglia al riguardo di fare affidamento al proprio medico curante per una diagnosi definitiva.

Rimedi naturali

Uno dei rimedi naturali più consigliati quando si tratta di articolazioni è l’artiglio del diavolo. Le sue proprietà sono note per i benefici apportati anche in caso di mal di schiena, artrosi e le sciatalgie. Si trova facilmente in erboristeria sotto forma di olio essenziale o come pomate e tinture utilizzabili direttamente sulla parte dolorante. Vista la presenza di alcune importanti controindicazioni è bene assumere questa pianta con accortezza ed evitando un sovradosaggio.
Arnica montana | Shtterstock
L’arnica montana è un’altra soluzione dalla natura molto consigliata per chi soffre di dolori articolari. Efficace nel trattamento di distorsioni, traumi e dolori muscolari, questa pianta è utilizzabile tramite impacco da realizzare con tintura madre in soluzione al 10-20% aggiungendo acqua e glicerina oppure acquistando il prodotto già pronto in erboristeria.
Un altro tipo di impacco utile per trattare i dolori articolari è quello a base di oli essenziali di camomilla romana (4 gocce), rosmarino (5 gocce) e lavanda (5 gocce), il tutto diluito in circa un litro d’acqua calda. Basterà una volta mescolato il tutto prendere un panno e immergerlo nella soluzione, tenendola poggiata dove serve finché non si sarà freddata. Da utilizzare fredda in caso di infiammazione e lasciare agire per almeno 20 minuti.
Continuando a parlare di impacchi altre soluzioni possibili sono l’impiego dell’argilla verde ventilata, da realizzare unendo a della polvere di argilla un quantitativo d’acqua sufficiente a renderla fangosa, ma non eccessivamente liquida. Una volta pronta va applicata con un panno caldo sulla parte dolorante e lasciata agire per un paio d’ore. In caso di infiammazione evitare il ricorso al panno caldo, come nel caso dell’impacco di oli essenziali, poiché potrebbe risultare controproducente.
A questo proposito occorre specificare come in caso di infiammazione dell’articolazione sarà necessario trattare la parte con del ghiaccio, mentre ad esempio contro reumatismi e umidità molto utile risulterà la terapia del calore.
Elder flowers/Fiori di Sambuco | Shutterstock
Se volete scegliere al posto dei rimedi esterni o comunque affiancare a questi alcuni infusi o decotti ecco alcuni suggerimenti. Molto importanti possono essere il sambuco e il salice bianco. Quest’ultimo in particolare rappresenta l’equivalente naturale dell’aspirina e come tale può risultare utile soprattutto contro le infiammazioni.
L’infuso di sambuco può essere preparato lasciando in infusione 4 cucchiai dei suoi fiori in un litro d’acqua bollente per circa 15 minuti. Filtrare e bere la tisana, meglio se mattina e sera. Maggiore attenzione dovrà invece essere prestata nell’assunzione di salice bianco, da assumere dopo i pasti e con moderazione, pena la diminuzione dei suoi benefici effetti.
Utile infine per il trattamento dei dolori articolari può rivelarsi anche la boswellia. Questa pianta contribuisce a rinforzare la cartilagine, parte integrante delle articolazioni.

Consigli utili

Assumere una corretta postura è uno dei primi consigli in caso di sofferenza alle articolazioni. Mantenere una posizione il più possibile naturale, ma senza che risulti troppo rilassata e scomposta. Qualora il disturbo non sia legato a un processo infiattivo è bene non immobilizzare la parte interessata, ma compiere leggeri movimenti per evitare un possibile irrigidimento articolare.
Un’attività regolare di stretching e yoga può inoltre aiutare a tenere le proprie articolazioni in allenamento riducendo il rischio che possano infiammarsi o cadere vittima di “colpi d’aria”. Evitare ambienti troppo umidi e coprirsi sempre il giusto: una folata d’aria fredda successivamente a un’eccessiva sudorazione può rappresentare un’ulteriore possibile fattore scatenante del dolore articolare.

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

Dolori articolari e rimedi naturali

Da sempre l'uomo ha accusato dolori alle articolazioni ecco perchè i rimedi naturali contro questa problematica, fioccano, il dolore alle articolazioni è uno dei sintomi dell’artrite, il quale può essere causato da vari tipi di danni o condizioni delle articolazioni. Il dolore può anche essere causato dall’infiammazione della borsa sinoviale conosciuta come borsite. Le borse sono sacchi riempiti di liquido che fanno da cuscinetto morbido fra le parti in movimento, permettendo il movimento libero dei muscoli e dei tendini sopra le ossa.

Cause del dolore alle articolazioni

  • danni alle articolazioni
  • stiramento delle articolazioni
  • artrite
  • tendinite
  • borsite
I dolori alle articolazioni possono essere transitori o duraturi e in ogni caso comportano limitazione della capacità di movimento. Dolori molto persistenti possono essere sintomo di osteoartrite (tipo di artrite che colpisce le cartilagini che tengono assieme le articolazioni) o di gotta (causata da un elevato tasso d’acido urico nel sangue). Tra le cause più determinanti dei dolori alle articolazioni c’è sicuramente l’obesità. Il sovrappeso causa sovraccarichi e dolori cronici, per questo motivo è bene bilanciare l’alimentazione e mantenere l’elasticità dei muscoli tramite attività fisiche. Tra le preferibili si consigliano ciclismo, nuoto, pilates, yoga.

Rimedi naturali per i dolori alle articolazioni

  • un bagno caldo è altamente benefico nel trattamento dei dolori alle articolazioni
  • massaggiare l’area affetta con un olio qualsiasi dà sollievo dai dolori alle articolazioni
  • bere una tazza di tè ai semi di papaya sei o sette volte al giorno per due o tre settimane
  • per prevenire i dolori alle articolazioni mangiare uno spicchio d’aglio fritto nel burro
  • assuemere mezzo cucchiaino di polvere di curcuma con acqua calda almeno tre volte al giorno. È un buon rimedio anche per l’artrite
  • mangiare chapatti fatta con farina arrostita con burro schiarificato
  • strofinare le articolazioni con aceto caldo prima di coricarsi
  • fra i frutti, le banane sono considerate il migliore dei rimedi per le articolazioni poiché forniscono forza e lubrificano le articolazioni
  • assumere un cucchiaino di curcuma in latte caldo per curare tutti i tipi di dolore alle articolazioni
  • anche il succo di carote è un buon rimedio
  • bere 15 grammi di succo di bathu fresco ogni giorno, specialmente a stomaco vuoto
  • buoni risultati si ottengono anche con l’aceto di mele
  • due cucchiaini di aceto di mele e due cucchiaini di miele sciolti in un piccolo bicchiere di acqua calda possono dare un immediato sollievo
  • fare una miscela con olio di canfora, metil-salicilato, olio di eucalipto e mentolo e strofinare le articolazioni
  • bere un bicchiere pieno di acqua per la pulizia del corpo
  • alternare compresse di acqua calda e fredda sulle articolazioni
  • mescolare succo di carota fresco con parti uguali di succo di limone; assumere un cucchiaio ogni giorno
  • l’esercizio fisico aumenta la flessibilità e la forza delle ossa; fare esercizio in acqua per ridurre i dolori alle articolazioni
  • arricchire la dieta con oli ricchi di acidi Omega 3 e vitamine
  • mescolare due parti di olio di oliva extravergine con una parte di olio di kerosene; passare la mistura sulle articolazioni affette da dolore dà un immediato sollievo
  • un massaggio delicato con olio di Arthcare è consigliato per ridurre il dolore alle articolazioni, rinforzare i tessuti, lo scheletro e il sistema neuromuscolare, consentendo movimenti più agevoli delle articolazioni e dei muscoli
  • un massaggio delicato con olio di oliva, è economico e efficace
  • mescolare nella proporzione di un cucchiaino di olio di canfora e un cucchiaino di olio di girasole e massaggiare l’area affetta con questa miscela
  • vanno consumati soprattutto alimenti antiossidanti, quindi frutta e verdura. In particolar modo sono consigliabili le bietole, lo zenzero, le carote, gli spinaci, i cavoletti di Bruxelles, le rape rosse, le cipolle, il mais, i peperoni
  • l’assunzione di vitamina C è determinante, anche se alcuni sostengono che gli agrumi (arance e limoni) possano aggravare i dolori; ma la vitamina C è importantissima anche per guarire i dolori alle articolazioni. Può essere trovata anche in fragole, kiwi, lamponi, mirtilli, uva e meloni
  • è importante assumere una corretta postura quando si sta seduti, soprattutto al lavoro; una posizione ben eretta, non piegata, aiuta a far diminuire i dolori articolari.
Le cause dei dolori articolari possono essere diverse e non riguardano solo l’artrite. Esistono molti rimedi naturali che possono essere messi in campo per alleviare i sintomi e curare le cause di questo tipo di disturbo che spesso limita anche nei movimenti.


§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§ 

I RIMEDI DELLA NONNA contro il DOLORE

I RIMEDI DELLA NONNA contro il DOLORE.
Hanno un fondamento scientifico?
Con il termine “rimedi della nonna” vengono etichettate tutte quelle cure provenienti dalla tradizione popolare che, attraverso l’utilizzo di sostanze di uso comune, venivano impiegate per risolvere o alleviare una serie di affezioni o piccoli incidenti domestici.
I benefici apportati da questi rimedi hanno fatto in modo che venissero tramandati fino ai giorni nostri. Oggi siamo in grado, attraverso i dati di letteratura e i numerosi studi scientifici, di interpretare il loro fondamento scientifico alla base della loro efficacia.

LOMBALGIA – SCIATALGIA
Tritare e schiacciare delle foglie di cavolo e porle sulle parti dolenti. Applicarvi quindi un sacchetto di tela contenente del sale grosso riscaldato.
Per calmare i dolori della sciatica sciogliere dello strutto a bagnomaria, immergervi per un istante delle foglie di cavolo fresche e applicare così, calde e ancora luccicanti di strutto, sulle regioni dolenti.
Gli effetti benefici dei cavoli vengono attribuiti al loro potenziale anti-ossidante e anti-infiammatorio. È stato dimostrato che gli estratti di foglie di cavolo influenzano l’espressione di importanti mediatori dell’infiammazione tra cui citochine e molecole di adesione.
In particolare è stato osservato che questi composti sono termostabili.
È difficile stabilire a che concentrazione i principi attivi possano venire assorbiti a livello topico, ma è possibile che associati al calore e all’applicazione di strutto (che facilita la veicolazione delle sostanze e quindi la penetrazione dermica) portino sollievo al dolore.

DOLORI ARTICOLARI
Lasciare decantare per 3 giorni delle foglie di alloro in alcol a 30°. Cuocere il tutto a bagnomaria con 1 litro di olio di oliva senza mai bollire. L’olio ottenuto viene descritto come un antidolorifico per massaggi ed impacchi.
Preparare un decotto di peperoncino piccante con aggiunta di foglie di salvia. Applicare caldo ma non bollente sulla parte dolente (muscoli, articolazioni).

Con oltre 200 varietà, il peperoncino è tra le spezie più consumate nel mondo.Nella medicina tradizionale è stato utilizzato per il trattamento dell’artrite, dei reumatismi, dei dolori di stomaco, delle eruzioni cutanee e dei morsi di cane e serpenti.I componenti responsabili delle azioni benefiche del peperoncino sono i capsaicinoidi, i composti fenolici e i carotenoidi.I carotenoidi, che sono i pigmenti responsabili del colore dei molti tipi di peperoncino sono i maggiori responsabili dell’attività antiossidante e proteggono le cellule e i tessuti dai radicali dell’ossigeno che, com’è noto, giocano un ruolo importante nel dolore e nel processo infiammatorio.Nonostante il meccanismo d’azione non sia chiaro, i carotenoidi hanno dimostrato anche attività analgesica e anti-edemigena. 

ARTRITE E REUMATISMI
Nei dolori reumatici veniva preparato l’impacco di semi lino che, una volta bolliti e ridotti a impasto cremoso, ancora caldi, si spalmavano su delle bende che venivano avvolte attorno alla parte dolorante e tenute sino a raffreddamento.
L’attività anti-infiammatoria, analgesica e antipiretica dell’olio di semi di lino è nota sin dall’antichità. Il lino è una pianta erbacea che prima del ‘700 veniva coltivata estensivamente in tutta Europa per le sue fibre. La produzione di lino in Italia oggi è molto limitata.L’olio che si ricava dai semi è in grado di influenzare l’infiammazione attraverso l’inibizione delle prostaglandine E2, i leucotrieni, l’istamina e la bradichinina, tutte sostanze liberate durante il processo infiammatorio. Ha quindi la capacità di bloccare il metabolismo dell’acido arachidonico agendo sia sulle ciclossigenasi  che sulla lipoossigenasi.L’olio ha una forte componente di acido alfa-linolenico (vedi riquadro) a cui vengono attribuite le principali proprietà biologiche.
Per i dolori reumatici applicare un impasto di incenso e alcol (lasciato riposare una notte) e poi togliere con acqua calda. 

Le proprietà dell’incenso sono dovute al potere anti-infiammatorio dei suoi principi attivi. La  porzione alcolica della mistura probabilmente permette la loro estrazione e quindi l’azione.In modelli animali l’estratto di incenso inibisce la produzione di prostaglandine E2 coinvolte nel dolore e nell’infiammazione e dei nitriti coinvolti nella vasodilatazione. È stato dimostrato che l’incenso esercita anche potere antinocicettivo e anti-ossidante.

ARTROSI
Scaldare in microonde un sacchetto di tela contenente noccioli di ciliegia già secchi e poi posizionarlo sull’articolazione o sul tratto di colonna dolente.

In questo caso è plausibile che l’effetto benefico sia unicamente esercitato dal calore rilasciato dai noccioli riscaldati. È noto infatti che il calore svolge azione decontratturante e vasodilatoria, che risultano utili nel favorire la risoluzione di reumatismi extra-articolari localizzati (peri-artriti, tendiniti, borsiti, ecc.), nonché di patologie traumatiche a carico di tendini, articolazioni e muscoli.

Riferimenti bibliografici utili
-       Ricette popolari contro il dolore. Alfa Wassermann.
-       Sayyah M, Saroukhani G, Peirovi A, et al. Analgesic and anti-inflammatory activity of the leaf essential oil of Laurus nobilis Linn. Phytother Res 2003;17:733-6.
-       Kuntz S, Kunz C. Extracts from Brassica oleracea L. convar. acephala var. sabellica inhibit TNF-α stimulated neutrophil adhesion in vitro under flow conditions. Food Funct 2014
-       Mothana RA. Anti-inflammatory, antinociceptive and antioxidant activities of the endemic Soqotraen Boswellia elongata Balf. f. and Jatropha unicostata Balf. f. in different experimental models. Food Chem Toxicol 2011;49:2594-9.
-       Hernández-Ortega M, Ortiz-Moreno A, Hernández-Navarro MD, et al. Antioxidant, antinociceptive, and anti-inflammatory effects of carotenoids extracted from dried pepper (Capsicum annuum L.). J Biomed Biotechnol 2012;2012:524019.



§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

Artrite: 10 rimedi naturali per i dolori articolari


L'artrite è una malattia solitamente autoimmune che si manifesta con infiammazione e dolore a livello delle articolazioni. Esistono decine di tipologie differenti di artrite. 
Tra i sintomi più comuni, oltre ai dolori articolari, troviamo rigidità e arrossamenti, uniti a difficoltà nei movimenti. Alcuni rimedi naturali possono essere d'aiuto per alleviare i dolori articolari in caso di artrite.

1) Corydalis

Si tratta di una pianta utilizzata da secoli dalla Medicina Tradizionale Cinese. I ricercatori hanno estratto dal Corydalis, che appartiene alla stessa famiglia del papavero, un principio attivo efficace contro i dolori infiammatori, come quelli provocati dall'artrite. La sostanza oggetto di studio presenta un'attività antagonista del recettore della dopamina. Lo studio in questione è stato pubblicato sulla rivista Current Biology.

2) Zenzero

Lo zenzero è un antidolorifico naturale, in alcuni casi addirittura migliore dei medicinali comuni, come l'ibuprofene e il cortisone. L'estratto di zenzero non provoca effetti collaterali e può agire in modo positivo per alleviare dolore e infiammazione. Si tratta di quanto emerso da uno studio condotto lo scorso anno dagli esperti dell'Università di Copenaghen.

3) Broccoli

Consumare adeguate quantità di broccoli può aiutare a prevenire l'artrite e l'artrosi e ad evitare, in alcuni casi fortunati, l'operazione. Si tratta di quanto emerso da una ricerca condotta dagli esperti dell'Università dell'East Anglia. Il sulforafano contenuto nei broccoli è un grado di rallentare la distruzione della cartilagini delle articolazioni, a seguito della quale può comparire l'osteoartrite.

4) Tisana alla curcuma e Golden Milk

La curcuma è un antinfiammatorio naturale utile in caso di artrite, in abbinamento allo zenzero. La curcuma contiene curcumina, un potente antiossidante, ed è in grado di abbassare i livelli degli enzimi in grado di causare infiammazione. Per preparare una tisana alla curcuma da bere ogni giorno vi serviranno, come indicato da Everyday Roots:
500 ml d'acqua
½ cucchiaino di zenzero in polvere
½ cucchiaino di curcuma in polvere
Portate ad ebollizione l'acqua e aggiungete le spezie. Abbassate la fiamma e lasciate sobbollire per 10-15 minuti. Scolate e bevete una tazza di tisana due volte al giorno. Le dosi indicate permettono di prepararne due tazze. Per i casi più gravi potete provare a preparare il cosiddetto "Golden Milk". Qui il video con la ricetta.

5) Sali di Epsom

I sali di Epsom contengono magnesio solfato, una sostanza considerata utile come antidolorifico. A seconda delle zone in cui si avverte il dolore, i sali di Epson verranno utilizzati nella vasca da bagno, nella quantità di 2 tazze, o in un catino per il pediluvio (1/2 tazza). L'immersione deve avere una durata di almeno 15 minuti.

6) Magnesio

Il magnesio è considerato utile per mantenere le ossa forti ed è benefico per le articolazioni. Chi soffre di artrite potrebbe presentare una carenza di magnesio. Oltre che con gli integratori, è possibile assumere magnesio grazie ai cibi che ne sono ricchi, come spinaci, semi di zucca, legumi, banane, riso integrale, mandorle, semi di girasole e fichi secchi. Potrebbe inoltre essere utile applicare sulle zone doloranti uno speciale olio arricchito di magnesio, da massaggiare per alleviare i fastidi articolari. Chiedete maggiori informazioni al vostro erborista di fiducia. 

7) Olio extravergine

L'olio extravergine contiene sostanze utili ad inibire gli enzimi responsabili dell'infiammazione, proprio come farebbero gli appositi farmaci. Per questo motivo viene consigliato di massaggiare le articolazioni con semplice olio extravergine d'oliva, meglio se spremuto a freddo. Massaggiate le articolazioni con 2 o 3 cucchiai d'olio extravergine due volte al giorno. Non dimenticate di utilizzarlo a crudo come condimento

8) Tarassaco

Le foglie di tarassaco presentano proprietà antinfiammatorie per via del loro contenuto di acido linoleico, utilizzato dall'organismo per produrre prostaglandine, che regolano la risposta immunitaria e alleviano l'infiammazione. E' considerato utile soprattutto in caso di artrite reumatoide. Potrete gustare le foglie di tarassaco fresche in insalata, oppure utilizzarle per preparare una tisana.
1 tazza d'acqua bollente
3 cucchiaini di foglie fresche o 1 cucchiaino di foglie secche di tarassaco
Versate le foglie di tarassaco in acqua bollente, lasciate riposare per 10 minuti e filtrate. Bevete due volte al giorno. Il sapore può risultare amaro, dunque dolcificate la tisana a piacere.

9) Menta e eucalipto

Gli oli essenziali di menta e di eucalipto presentano proprietà analgesiche e antidolorifiche. La sensazione di freschezza creata dalla loro combinazione può dare sollievo in breve tempo ed aiutare ad attenuare i dolori.
5-10 gocce di olio essenziale di menta piperita
5-10 gocce di olio essenziale di eucalipto
1-2 cucchiai di olio extravergine
Versate gli oli essenziali in una bottiglietta di vetro e diluiteli con olio extravergine o con un altro olio vegetale a vostra disposizione. Conservate il preparato lontano dalla luce e massaggiatelo sulle giunture quando sentite dolore.

10) Pepe di cayenna

Il pepe di cayenna è considerato utile in caso di dolori articolari per via del suo contenuto di capsaicina. Si tratta di uno dei rimedi naturali più noti per quanto riguarda l'artrite e la preparazione di unguenti per alleviare i dolori articolari. E' un antinfiammatorio e un antidolorifico naturale, consigliato per i dolori reumatici e muscolari acuti. Il pepe di cayenna, a tale scopo, viene utilizzato nella preparazione di pomate erboristiche specifiche. Chiedete ulteriori informazioni al vostro erborista di fiducia.
Marta Albè
http://www.greenme.it/vivere/salute-e-benessere/12234-artrite-rimedi-naturali

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

I RIMEDI NATURALI PER I DOLORI ARTICOLARI E MUSCOLARI

I dolori muscolari ed articolari possono essere provocati da infiammazioni, traumi, sciatalgia, colpi d'aria e surmenage sportivo. In genere colpiscono le ginocchia, la cervicale, il gomito oppure la spalla e l'unico desiderio che ognuno di noi ha è che il dolore passi presto e si possa riprendere al più presto la normale attività quotidiana. Vediamo da vicino i rimedi naturali che ci possono aiutare in queste situazioni così spiacevoli e invalidanti.


L'antidolorifico per eccellenza è l'Artiglio del diavolo il cui principio attivo è il kempferolo. Il sapore, poco gradevole, rende preferibile l'uso per via esterna. Si mette un cucchiaio di radice di artiglio del diavolo in 150 ml di acqua e si porta ad ebollizione per 10 minuti. Si filtra e si immerge del cotone idrofilo nel decotto per passarlo sulle zone doloranti. Molto utile in caso di torcicollo.

Quello che invece non dovrebbe mai mancare nella borsa della palestra è l'Arnica. A base di acido caffeico e oli essenziali, è molto indicata per riassorbire gli ematomi. E' da preferire la formula in pomata e fare delle applicazioni 3 - 4 volte al giorno.



Per i dolori alle ossa, alle articolazioni e ai muscoli, la pianta d'elezione è la Spirea Ulmaria. Definita l'aspirina vegetale e conosciuta popolarmente come la regina dei prati, è l'unica pianta che contiene acido salicilico in dosi così elevate da renderla un rimedio contro il dolore di ogni natura. Se essiccata ha maggior effetto, quindi meglio assumerla in compresse, una dopo il pranzo e la cena fino alla scomparsa dei sintomi. Per i dolori cronici si possono seguire cicli anche di tre mesi. E poi, tanto riposo, riposo riposo...almeno sino a che i disturbi non si calmano un po'.
Fonte: Naturopatia Online - pagina facebook

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

Prodotti e rimedi naturali contro i dolori articolari

Spesso i dolori articolari vengono considerati un’inevitabile conseguenza dell’avanzare dell’età. E’ inevitabile oppure possiamo fare qualcosa per combattere questo declino del nostro corpo?

Questo pensiero è in parte corretto, nel senso che le articolazioni sono uno dei punti preferenziali in cui il nostro organismo accumula radicali liberi e acidi urici;  in pratica il corpo cerca di spostare sostanze potenzialmente pericolose, cause di vari fenomeni di invecchiamento, dove il danno è minore.
Pertanto si rivela essenziale uno stile di vita in grado di rallentare i processi di ossidazione, infiammazione e acidificazione dell’organismo, a partire da una sana alimentazione vegana, ricca di frutta e verdura fresca, cereali integrali e oli spremuti a freddo, in particolare l’olio di oliva e di lino.

 

Prodotti e rimedi naturali contro i dolori articolari

Sono invece da evitare le carni, le uova, i cibi conservati e zuccherati, ma anche le farine bianche, i lieviti, il grano, il latte e i suoi derivati: questi alimenti infatti sono tra i principali allergeni, e le intolleranze alimentari rientrano tra le cause dei fenomeni infiammatori.

 

Quali prodotti naturali scegliere contro i dolori articolari?

Ecco gli ingredienti naturali contro i dolori articolari :
-Estratto secco di radice di Arpagofito (Artiglio del Diavolo)
Aiuta a ridurre i dolori e la rigidità muscolare. Studi clinici hanno dimostrato la sua efficacia contro i dolori lombari.
Estratto secco di rizoma di Curcuma 
Protegge il nostro organismo dalle infiammazioni e regola l’azione degli enzimi che bloccano il deterioramento della cartilagine.
- Estratto secco di corteccia di Uncaria Tomentosa
Stimolare il sistema immunitario. Questa azione permette all’organismo di combattere i 4 principali fattori di rischio per l’artrite e precisamente: le malattie autoimmuni che colpiscono i tessuti sani delle cartilagini per errore,  le fratture ossee, le infezioni virali e batteriche nonché gli effetti dell’invecchiamento.

Aloe Vera, Metil Sulfonil Metano, Vitamina C, questi sono i tre ingredienti principali dell’ Aloe MSM Gel, preziosi per tutti coloro che praticano sport,che soffrono di dolori articolari e muscolari.
Il gel puro di Aloe Vera è una fonte di molti elementi nutritivi: polisaccaridi, vitamine, aminoacidi e oligoelementi che gli conferiscono un’azione antinfiammatoria, lenitiva e immunostimolante.
L’MSM (Metil Sulfonil Metano) di Aloe MSM Gel è una fonte naturale di sulfuro organico, elemento presente in tutto il nostro organismo, un componente fondamentale del tessuto connettivo e delle giunture.
Questa sostanza oltre a svolgere un’azione antinfiammatoria e antidolorifica, gioca un ruolo chiave nella ricostruzione delle cartilagini.
La Vitamina C è un potente antiossidante per la neutralizzazione dei radicali liberi, ha funzione di coenzima nella sintesi della cartilagine.
SCOPRI QUI ALOE IN GEL DA SPALMARE CONTRO DOLORI ARTICOLARI
Aloe MSM Gel è un gel trasparente da applicare secondo necessità sulle giunture e sui muscoli doloranti.

 

Quali alimenti privilegiare per combattere l’ossidazione?

Noci, soia, avocado, cereali integrali: ricchi di vitamina E che favorisce la rigenerazione del tessuto articolare e di vitamina B3 che ne migliora la mobilità e la forza;
Broccoli, rape, cipolle, carote (meglio se freschi, sottoforma di centrifugato) e germogli di alfa alfa: ricchi di boro, che contrasta l’osteoporosi riducendone i dolori associati;
Semi di lino e olio di semi di lino: ricchi di Omega3, potenti antinfiammatori e protettori del sistema nervoso
Alghe: ricche di manganese, anche questo con effetto antinfiammatorio e antiallergico.

 

Come integrare questo regime nutrizionale già ottimo?

Questo regime nutrizionale, di per sé già ricco di antiossidanti, può essere integrato ulteriormente con sostanze quali il glutatione, il coenzima Q10, il selenio, lo zinco, il resveratrolo, l’ossigeno colloidale, che agiscono come “spazzini” dei radicali liberi.
Altro suggerimento viene dall’omeopatia : Rhus toxicodendron è il rimedio da assumere nelle dosi consigliate dall’omeopata secondo il caso specifico. Discorso analogo per i fiori di Bach, tra i quali il rimedio può essere individuato tra Rock Water (personalità rigida, schematica), Rock rose (la paura che paralizza), Star of Bethlehem (energia vitale bloccata da un trauma), Pine (peso del senso di colpa), Oak (vita fatta di doveri).

 

Altri rimedi naturali per restare in forma

E’ importante come sempre associare buone regole di vita al regime nutrizionale, innanzitutto bevendo perché l’acqua ha, tra le altre cose, un effetto di pulizia e di lubrificazione delle articolazioni.
Il dottor Batmanghelidj, nel suo libro “Il tuo corpo implora acqua”, definì addirittura ogni sintomo come un fenomeno di disidratazione locale. È quindi fondamentale bere in gran quantità, circa il 3% espresso in litri del nostro peso corporeo (cioè se peso ad esempio 60 kg devo bere 1.8 litri di acqua al giorno).
In particolare, per eliminare il più velocemente possibile l’acidità dal nostro corpo, si rivela particolarmente utile l’acqua alcalina, ottenuta mediante uno ionizzatore oppure aggiungendo all’acqua apposite gocce alcalinizzanti.
Consigliabili sono anche i centrifugati di verdure verdi fresche, ricche di clorofilla, con un potente effetto depurativo.
Negli ultimi articoli abbiamo parlato a lungo di centrifugati di frutta e verdura dimagranti, abbiamo selezionato informazioni e prezzi sugli Estrattori di succo, consigliati per l’alta qualità e l’ottimo prezzo.
Ma non è finita qua, abbiamo fatto molto di più. Abbiamo preparato due articoli, uno sui centrifugati di frutta e l’altro sui centrifugati di verdura.
Sia all’acqua che ai centrifugati è possibile aggiungere miscele di Sali alcalini, come il bicarbonato di sodio e potassio e il carbonato di calcio e magnesio.
Per i dolori articolari che migliorano col caldo secco, un buon rimedio sono le saune a infrarossi che, a differenza delle saune finlandesi e dei bagni turchi, riscaldano i tessuti dall’vinterno provocando ipertermia ma in assenza di umidità.
Una versione domestica, anche se molto costosa, è rappresentata dai lettini o materassini a infrarossi. Un’alternativa più economica è l’impacco di zenzero fresco applicato ai reni, coperto con un panno di lana ed eventualmente una boulle d’acqua calda.
L’articolazione può essere massaggiata con olio di canfora al quale è possibile aggiungere un po’ di curcuma per aumentare l’effetto termico.
Non dimentichiamo infine l’importanza dell’attività fisica : a seconda della gravità del caso, si sceglierà la camminata, la ginnastica dolce o l’attività riabilitativa sotto la guida di personale qualificato.
In generale sono particolarmente consigliate le ginnastiche dolci che lavorano sulla mobilità delle articolazioni e l’equilibrio, come lo yoga, il qi gong e il tai chi.
Si sconsigliano invece le attività impattanti come la corsa e i pesi, a meno che non vengano eseguiti sotto la supervisione di un esperto e con un aumento graduale e progressivo del carico.


§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

Agopuntura per curare ogni tipo di dolore

 

Agopuntura per curare ogni tipo di dolore


L’agopuntura – è a tutti noto –  cura ogni tipo di dolore, acuto e cronico, anche severo. Perché e come accade?
Il dolore, segno di sofferenza dei tessuti, indica sempre che l’ energia vitale non scorre liberamente. In Medicina Cinese si dice: “se non circola c’è dolore; se circola il dolore non c’è” a sottolineare che tutte le volte che la circolazione dell’energia vitale è rallentata o soppressa per una ragione qualunque, nell’area interessata dall’ostruzione compare una sensazione dolorosa, la cui entità e i cui caratteri dipendono dalle cause che l’anno provocata.
L’origine del dolore è riferibile a due ordini di cause: il primo prima è quello del deficit dell’energia corretta e il secondo, quello della presenza di energie patogene all’interno del corpo.
I dolori da deficit dell’energia corretta insorgono ed evolvono gradualmente e non sono violenti; Il dolore è avvertito come dolenzia, fastidio, malessere più che come dolore acuto.
In altri casi il dolore è legato alla presenza di fattori patogeni, provenienti dall’esterno e cioè di origine climatica o batterica/virale o formatisi all’interno del corpo. In questi casi compaiono dolori più intensi che evolvono in modo acuto.
L’ agopuntura calma i dolori e ne previene la ricomparsa, se si è in grado di diagnosticare con precisione l’origine del dolore e di ripristinare la piena circolazione dell’energia vitale, rafforzando le energie carenti in caso di dolori da deficit e disperdendo le energie patogene in caso di dolori da pienezza. Leggere, per approfondire, Il dolore c’è se l’energia non circola

3 commenti:

  1. Ho ottantreè anni e non riesco a star in ritto neanche alcuni minuti perché si risveglia un dolore prostrante nella zona lombare che mi ostacola la deambulazione e mi impedisce ogni attività costringendomi a curvarmi sempre più. Il mio medico mi ha precisato che non c'è nulla da fare.

    RispondiElimina
  2. Anch'io soffro di tale condanna e il mio medico ha detto la stessa cosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mai disperare e tentare tutto il ragionevole , continuare nell'autosservazione , muoversi il più possibile , parlare con gli altri e pregare , pregare sapendo che anche la bestemmia , quando si sta veramente male , è tollerata . Rendersi conto che , attraverso la nostra sofferenza , comprendiamo meglio anche quella degli altri .

      Elimina

SALVA O STAMPA IL POST IN PDF

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

CORRELATI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...